ME MEDESIMO

Mi chiamano Alberto, sono nato nel 1992. Mi piace la salsa barbecue. Il rap mi fa schifo. Questo intervento sarà il mio unico sprazzo di egocentrismo. Sarei un quasi aspirante-giornalista-ma-non-lo-so-dobbiamo-ancora-vedere-mo-vediamo-poi-ti-dico-ma-anche-aspirante-altre-cose-che-magari-mah-non-so.

Che stracacchio significa questo blog, in un mondo in cui tutti scrivono ma nessuno legge? È presto detto.

Partiamo dal presupposto che NON sono un critico cinematografico. Per due motivi principali:

  • La categoria dei “critici” suscita in me una certa inquietudine. Individui pagati per valutare un lavoro fatto da altri e che, nella quasi totalità dei casi, non sarebbero in grado di svolgere. Un’ingiustizia senza senso? Mi sa di sì.
  • A me più che vederli e recensirli, i film piace GIRARLI. E pensarli, scriverli, montarli e produrli. Ma tanto già lo so che, «Eh come no, io mo te faccio venì qua e te faccio fa a regia de Apocalypse Now, uhm?».

Screenshot_2017-03-15-21-37-15

Questo blog nasce in realtà da una motivazione molto terra terra: SCRIVERE spesso. Più che altro per avere una possibilità in più di sopravvivere nel diabolico mondo dell’editoria.

Sarà mio obbligo morale ed imprescindibile cercare di essere il meno superficiale possibile in ogni recensione che verrà affrontata qui. Perché so bene che non è per niente bello, per un regista, apprende che qualcuno spala bellamente la cacca sul tuo lavoro. Specie quando lo consideri un piccolo capolavoro. È per questo che ogni eventuale stroncatura sarà attentamente valutata. Prima di essere messa in atto con sofisticato sadismo.

Grazie se hai letto fino a qui. Ma dubito.

Annunci